Informativa breve sui cookies

| UNA FOTOGRAFIA DELL'EPOCA CONTEMPORANEA MOSTRATA ATTRAVERSO LA VISUALE DI Attualità, SCIENZE, TECNOLOGIA E SOCIAL MEDIA: TRA INDISCREZIONI E RETROSCENA |

Category archive

Esteri

Il Retroscena | La scoperta epocale dei mondi abitabili e la rivelazione NASA: oltre le immagini ed i video

in Esteri/Video YouTube by
nasa video immagini pianeti

Immagini e Video in questo caso sono elementi di contorno, sono i dati forniti nei giorni addietro della NASA a fare la realmente differenza. La scoperta epocale della NASA di mondi abitabili, intorno alla stella Trappist-1, presenta ben altri elementi significativi. I retroscena non mancano, innanzitutto prendendo il primo dato significativo: questa fascia di pianeti teoricamente abitabili sono distanti dalla Terra appena una quarantina di anni luce dal nostro globo terracqueo. Elemento, in questo caso, che apre a scenari di ricerca astronomica e sviluppo scientifico a dir poco esponenziali. Andando oltre: 3 di questi pianeti sarebbero teoricamente in grado di ospitare acqua allo stato liquido, pregiudiziale per lo sviluppo ipotetico di forme di vita. Solo 15 anni fa, ciò che è stato rivelato ufficialmente in conferenza stampa dai funzionari della National Aeronautics and Space Administration sarebbe apparsa una teoria azzardata e accademicamente avventurosa, o lo script di una sceneggiatura di un film di fantascienza. In realtà, nel decennio attuale, da un punto di vista astronomico c’è un principale elemento essenziale: lo sviluppo tecnologico e i sofisticati mezzi esplorativi dei vari Telescopi spaziali stanno facendo la differenza. Finendo, inevitabilmente, per ribaltare il campo della scienza tradizionale più ortodossa, riducendo ad anacronismi alcuni dogmi astronomici consolidati. In questo caso, la scoperta epocale della NASA va addebitata all’opera esplorativa del Telescopio Spaziale Spitzer, tuttavia non si può dimenticare che risultati significativi e quantitativamente numerosi sono stati realizzati anche dal Telescopio Kepler. E la domanda che in tanti si pongono, sui mass media come nel novero degli addetti ai lavori: lo sviluppo delle tecnologie spaziali e l’evoluzione delle operazioni scientifiche in cantiere nei prossimi anni, quali scoperte sensazionali possono ancora riservare al genere umano? Le ultime…

LEGGI

Alieni e “Vele di Luce”, studio shock: “tracce” dallo Spazio ignoto

in Esteri/Spazio by
asteroidi spazio nasa

Alieni che vagano nello spazio, presunte civiltà extraterrestri dotate di tecnologie innovative che disseminano “tracce” ed “indizi”? Non è un film di fantascienza o un racconto di narrativa “fantasy”. Non è solo e soltanto l’ennesimo teorema di ricercatori ufologi e fautori dell’ipotesi UFO: recentemente anche scienziati ed accademici di prima fascia iniziano ad avanzare ipotesi in tal senso. Perlomeno, ed è un “sentiment” sempre più diffuso, non si esclude più aprioristicamente l’eventualità di razze extraterrestri intelligenti e maggiormente più evolute della nostra. Social News Archive | Aida Yespica, il bikini “bollente” tra la neve Social News Archive | Sara Sampaio in canoa: il “lato B” è “mozzafiato” In questo solco ha destato non poca sorpresa un recente studio scientifico apparso sul sito specializzato “arXiv” e dal titolo: “Fast Radio Bursts from Extragalactic Light Sails“. In Italia, a rilanciare il report scientifico con analisi annessa, è stato il ricercatore Antonio Di Comite, in quota al Centro Ufologico Nazionale. Di Comite, sul suo sito ufficiale, ha ripreso lo studio accademico valutando e ponendo in luce le potenziali implicazioni riguardanti le ipotesi di presenza di vita intelligente nello #spazio e presunti segnali provenienti da altre civiltà sviluppatesi all’esterno del nostro sistema solare. Come Antonio De Comite ha messo in risalto nel suo “memo”, impressiona non poco che due accademici del calibro di Abrahm Loeb e Manasvi Lingam, pongano l’ipotesi concreta delle cosiddette “vele di luce“, un complesso sistema di “navigazione” solo teorizzato ma, sino a questo momento, non scalfito dai circoli scientifici più tradizionali. In pratica, nello studio in oggetto, si ipotizza come i “Fast Radio Bursts” rilevati dal 2007, potrebbero nascondere una spiegazione non convenzionale. “Radio Fari” nel #cosmo o una fonte di energia…

LEGGI

Fidel Castro, ultimo atto: è l’alba di una nuova era per Cuba?

in Esteri by
fidel-castro-cuba

Fidel Castro lascia la sua condizione terrena per consegnarsi alla storia ed al giudizio dei posteri, il “lider maximo” è scomparso all’età di novanta anni. La sua eredità politica e spirituale cade probabilmente nel vuoto, già da qualche anno l’isola caraibica ha avviato un complesso sistema di riforme. di Salvatore Caldarone* Come verrà ricordato Fidel Castro nei libri di storia, tra un secolo e più? Quale sarà il giudizio di analisti e ricercatori nel momento in cui dovranno valutarlo nell’ambito della “Guerra Fredda” dove il “lider maximo” fu a pieno titolo un attore protagonista sul palcoscenico?  Probabilmente, come oggi accade ai suoi contemporanei, non vi potrà essere uniformità di giudizio e di condivisione. Fidel Castro, al netto del suo status politico e istituzionale, resta una personalità complessa del dopoguerra, per certi versi enigmatica e indecifrabile. Neanche il popolo cubano, attraverso le varie fasi della sua atipica rivoluzione, è in grado di poterne tracciare un profilo univoco. Fidel Castro, un comunista atipico e calcolatore Un comunista? Non bisogna dimenticare come la rivoluzione castrista si incastrò nella Guerra Fredda spinta, non poco, dall’ostilità manifesta di Washington. Un dittatore sanguinario e repressivo? Al pari, non di meno e non di più, di altri autocrati che hanno governato i paesi dell’America latina nel corso del novecento. Un rivoluzionario idealista? Un liberatore di popoli oppressi? In questo senso Fidel Castro viene sovrastato dalla figura di Che Guevara. Il calcolo politico ed il realismo, al netto della facciata propagandistica, è stata una costante delle azioni e delle strategie del leader cubano. Il potente nemico capitalista, la sindrome dell’invasione americana, lo stato permanente di emergenza nazionale, sono stati i semi su cui Castro ha potuto governare agevolmente sino…

LEGGI

Cina nello Spazio, sponda su Mosca per scavalcare la NASA

in Esteri by
cina-nello-spazio

La Cina punta allo Spazio, entrando in diretta concorrenza con Russia ma soprattutto Stati Uniti d’America, forte di una disponibilità di investimenti economici senza precedenti. Il lancio della navicella spaziale Shenzhou-11, è solo un primo “mattone” per lo sviluppo di un programma cosmonautico a dir poco ambizioso, almeno per ciò che viene rivelato ufficialmente. Spazio News | La Cina svela il suo “segreto”: un Telescopio colossale Cosmo Segreto | Top Secret, le “allucinazioni” degli astronauti sovietici Il riavvicinamento politico tra Mosca e Pechino va letto anche in queste direzione, non solo in meri termini economici o di pura strategia energetica. L’Agenzia Spaziale Russa ha la tecnologia necessaria per una “espansione” spaziale, Pechino le risorse economiche da investire. In questa triangolazione, la NASA rischia alla distanza di pagare dazio e rimanere tagliata fuori nei decenni a venire da progetti congiunti. Non è un mistero che numerosi analisti ritengano inevitabile, per risorse e mezzi tecnologici disponibili attualmente, una collaborazione forzata tra ESA, Agenzia Spaziale Russa, Cina e NASA per poter davvero concretizzare un futuro approdo su Marte. Gli ultimi taikonauti inviati in orbita, tra le altre mansioni operative, hanno dato vita a diversi esperimenti di natura biologica e fisica. Entro il 2022 inoltre, nei piani dei vertici politici di Pechino, dovrebbe essere messa in funzione una Stazione Spaziale a dir poco avveniristica e tecnologicamente all’avanguardia. Senza contare che, non da oggi, la Cina non nasconde di nutrire ambizioni di sbarco sulla Luna, seppur con finalità non specificatamente dichiarate. Per approfondire: Una Video News, tratta dal canale ufficiale Video YouTube di “CCTV News”, sintetizza le ambizioni della Cina nello Spazio, mettendone in rilievo progetti, finalità dichiarata ed eventuali difficoltà.

LEGGI

1 2 3 16
Go to Top