Cinema, una situazione al limite: l’attore recitò con il suo sangue addosso

Il cinema può far nascere delle scene davvero incredibili. Alle volte, gli attori sono spinti a gesti non razionali. Atteggiamenti che li porta ad avere una recitazione al limite. Ecco cosa successe ad Hollywood.

La storia del cinema è ricca di retroscena che ogni appassionato non può far passare sottotraccia. Sono tantissime le occasioni in cui le riprese di un film hanno portato davvero al limite gli interpreti. Scene che poi sono diventate cult ma che per realizzarle hanno chiesto un grande sforzo al protagonista.

Cinema, La Passione di Cristo
Fonte foto: 125Parole

La settima arte ha dentro di se una storia incredibile e profondissima. Tantissimi prodotti hanno lasciato un segno non solo negli affezionati ma anche in chi ha poi realizzato quella pellicola. In questo caso, ci riferiamo alla magistrale interpretazione di Jim Caviezel nei panni di Gesù nel film “La Passione di Cristo“. La sua interpretazione è stata definita leggendaria dai critici di tutto il mondo.

Per l’occasione, l’attore ha messo in atto scene di vera sofferenza fisica. Una sofferenza a dir poco impressionante considerando tutto l’ambito della sicurezza del cinema americano. Questa impresa al limite, però, ha avuto il suo giusto riconoscimento. Il film, infatti, è stato realizzato con circa 30 milioni di dollari. Al botteghino, invece, le cose sono andare in maniera incredibile con introiti per 620 milioni di dollari. Ma, tra tutti gli aspetti che hanno colpito, c’è un particolare che riguarda proprio Jim Caviezel. Ha recitato con il proprio sangue addosso.

La Passione di Cristo, l’interpretazione al limite di Jim Caviezel: ha recitato al cinema con il suo sangue addosso

L’interpretazione di Jim Caviezel è stata tutt’altro che una passeggiata. L’attore è stato protagonista di una delle interpretazioni che più ha segnato il cinema mondiale. Ha fatto di tutto per renderla reale e, in alcune occasioni, la finzione del cinema con il lato reale si sono decisamente incontrati.

In tal senso, Jim Caviezel ha raccontato a Fox Nation di aver vissuto attimi davvero molto dolorosi. Ha subito degli infortuni che hanno lasciato un deciso segno. Il primo ha visto la croce andare a colpire la sua testa. Portando la stessa testa nella sabbia. Successivamente si è morso la lingua. Nel film, c’è una scena dove si vede scorrere tantissimo sangue. Quel sangue, che proviene dal suo labbro, non è di scena ma era il suo. Inoltre, la caduta gli ha provocato anche una ferita all’articolazione della spalla. Tale infortunio ha inciso sulle altre scene, dove l’attore ha provato tantissimo dolore.

Sempre durante l’intervista, ha svelato di essere stato, per errore, vittima di flagellazione. La scena vede Gesù essere colpito da una frusta. Caviezel ha raccontato di aver uno squarcio di circa 35 centimetri sulla schiena. In quel momento è uscito di scena ed è caduto. Nonostante questo, però, ricorda come quella esperienza sia stata straordinaria dato che ha avuto la sensazione di come del vento uscisse da lui. L’esperienza è stata sicuramente controversa ma l’attore la ricorda con enorme piacere. Grazie anche a queste situazioni, lo spettatore ha potuto vedere davanti a suoi occhi molto realismo. Un realismo che si vede fin da subito e che ha portato tanti a sentire la sofferenza che Jim Caviezel ha portato in scena.

La preparazione di Jim Caviezel

Un altro aspetto importante per l’interpretazione di Jim Caviezel è stata la sua preparazione. Sempre alla stampa americana ha dichiarato di aver fatto un pellegrinaggio. Evento durato circa un mese a Medjugorje insieme a Mel Gibson. I due salivano di notte sulla collina delle apparizioni. La salita di questa collina è molto simile a quella del Golgota. Proprio questa situazione, come svelato, riuscì a procedere nell’interpretazione della sua parte. Tale momento gli aveva concesso un nuovo punto di vista per quanto riguarda la fede.

Mentre durante le riprese, Caviezel pregò moltissimo. Ogni giorno era presenta alle Messe locali. Sia la fede che il suo corpo furono messi a durissima prova. Alla fine, però, ha saputo resistere a qualsiasi tipo di tentazione dando al mondo e al cinema, una delle interpretazioni più indimenticabili di sempre.