Sede Rai imbrattata dagli ambientalisti: la protesta

La sede Rai è stata imbrattata dagli ambientalisti che si sono recati davanti la struttura a Milano. Un gruppo di ragazzi si è scagliato contro il servizio pubblico italiano. Le immagini della protesta hanno fatto il giro del web.

Le proteste e gli scioperi contro il degrado ambientale sono in fermento in tutto il mondo e l’Italia non è esclusa da questo contesto. Dall’estate scorsa i manifestanti sono passati ad azioni spesso anche duramente condannate dalle istituzioni. Questi gruppi chiedono un’azione decisiva per affrontare il cambiamento climatico, sperando in risposte nelle autorità. Questa volta è stata la sede Rai la prescelta per la contestazione.

ambientalisti rai
fonte foto: Canva

In tutto il mondo sono centinaia ormai le proteste che arrivano da gruppi e movimenti ambientalisti che stanno cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica ad un tema così preoccupante come il cambiamento climatico. Lo stanno facendo in vari modi, spesso anche scatenando l’ira mediatica. In piena estate abbiamo visto gli attivisti ambientalisti che hanno imbrattato gli Uffizi a Firenze.

Nella mattinata di mercoledì 30 novembre, ad essere danneggiata dagli ambientalisti è stata la sede Rai di Milano. Il gruppo di ragazzi e ragazze ha imbrattato l’ingresso della struttura della tv pubblica con la vernice verde. Una protesta per chiedere ai vertici Rai di prendere una netta posizione. Andiamo a vedere nel dettaglio qual è la richiesta e che cosa è successo.

Ambientalisti imbrattano sede Rai: la richiesta ai vertici

Nella mattinata di mercoledì 30 novembre un gruppo di attivisti ambientalisti si è recato in corso Sempione, dove è situata la sede della Rai di Milano. Hanno imbrattato la parte dell’ingresso della struttura con una vernice verde, come si può vedere dal video che è stato pubblicato dalla pagina ufficiale Instagram de Il Giorno.

Secondo quanto è stato riferito dal quotidiano, sono stati due i fermati dalla polizia che è intervenuta sul luogo poco dopo l’inizio della protesta. È stato riportato che i ragazzi e le ragazze che appartengono ai gruppi XRMilano e Ultima Generazione hanno chiesto “giustizia climatica”. Ed hanno tentato di consegnare una lettere a Fabrizio Binacchi, il caporedattore del TgR.

I giovani, durante la manifestazione, non si sono mossi davanti l’ingresso principale della sede Rai di Milano. Alcuni di loro sono saliti sul tetto dell’edificio ed hanno affisso lo striscione con la scritta: “DiRai la verità”. Altri ragazzi, invece, hanno bloccato la via Villasanta che si trova di fronte la struttura.

Uno dei portavoce della manifestazione ha rivelato che l’obiettivo del gruppo è quello che il servizio pubblico Rai dica la verità sulla crisi climatica ed ecologica. Il loro scopo è quello di fare in modo che la televisione informi i cittadini sul collasso ambientale che è in corso e rivelare come stanno le cose attualmente.

I manifestanti hanno chiesto alla Rai di trasmettere tutti i giorni il bollettino in merito alla qualità dell’aria che c’è a Milano, una delle città più inquinate d’Europa. Sperano che questa protesta dia una maggiore trasparenza sui bilanci e faccia parlare di crisi eco-climatica in maniera seria.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Il Giorno (@il__giorno)