Informativa breve sui cookies

| UNA FOTOGRAFIA DELL'EPOCA CONTEMPORANEA MOSTRATA ATTRAVERSO LA VISUALE DI Attualità, SCIENZE, TECNOLOGIA E SOCIAL MEDIA: TRA INDISCREZIONI E RETROSCENA |

Search result

Guerra Fredda

21 result(s) found.

Russia politica estera Mosca
Esteri

Russia e Nato: il viaggio nella “Guerra fredda 2.0″ | Geopolitica

Russia, NATO, Siria e gli stati Baltici: la spirale della tensione in Europa e il Medio Oriente trae linfa dalla nuova “Guerra Fredda” in atto tra Mosca e Washington. I retroscena di uno scenario internazionale particolarmente complesso, a poche settimane dalle elezioni presidenziali americane. di Salvatore Caldarone* Un gioco delle parti di sottile strategie diplomatica, ad uso politico soprattutto interno per ciò che concerne Vladimir Putin ma non da meno anche all’Alleanza Atlantica, almeno per come viene concepita tradizionalmente. Per quanto pericolosa, la strategia della “tensione” tra blocchi fondamentalmente è utile a tutti gli attori del palcoscenico internazionale. Russia News | Hacker e spie durante le presidenziali americane Russia e Ucraina | Le provocazioni degli aerei russi in Ucraina e nel Baltico Guerra Fredda Top Secret | Il progetto americano della bomba atomica sulla Luna E’ utile alla Russia, ancora attanagliata dalla profonda crisi economica interna, è utile alla NATO che, rispolverando il classico “nemico dell’est”, può allontanare gli spettri dell’anacronismo. A Putin serve un “nemico alle porte”, alla NATO anche. Persino la Cina, sul solco della politica internazionale del “terzo binario”, finisce per trovare giovamento nell’inasprimento dei rapporti tra Mosca e Washington. Nel grande gioco della politica internazionale degli ultimi anni, c’è una sola pedina che ne esce sconfitta dalla scacchiera. L’Unione Europea, incapace di creare una sua identità diplomatica autonoma e che finisce, per limiti e debolezze, ad aggregarsi al carro nordamericano. Seppur con un certa riluttanza politica rispetto al passato. Certo, le sanzioni nei confronti della Russia di Putin, da parte di Bruxelles, sono una realtà. Tuttavia, è palese leggendo tra le righe delle dichiarazioni dei vari leader europei, che le sanzioni alla Russia siano concretamente il “minimo sindacale”.… LEGGI

fidel-castro-cuba
Esteri

Fidel Castro, ultimo atto: è l’alba di una nuova era per Cuba?

Fidel Castro lascia la sua condizione terrena per consegnarsi alla storia ed al giudizio dei posteri, il “lider maximo” è scomparso all’età di novanta anni. La sua eredità politica e spirituale cade probabilmente nel vuoto, già da qualche anno l’isola caraibica ha avviato un complesso sistema di riforme. di Salvatore Caldarone* Come verrà ricordato Fidel Castro nei libri di storia, tra un secolo e più? Quale sarà il giudizio di analisti e ricercatori nel momento in cui dovranno valutarlo nell’ambito della “Guerra Fredda” dove il “lider maximo” fu a pieno titolo un attore protagonista sul palcoscenico?  Probabilmente, come oggi accade ai suoi contemporanei, non vi potrà essere uniformità di giudizio e di condivisione. Fidel Castro, al netto del suo status politico e istituzionale, resta una personalità complessa del dopoguerra, per certi versi enigmatica e indecifrabile. Neanche il popolo cubano, attraverso le varie fasi della sua atipica rivoluzione, è in grado di poterne tracciare un profilo univoco. Fidel Castro, un comunista atipico e calcolatore Un comunista? Non bisogna dimenticare come la rivoluzione castrista si incastrò nella Guerra Fredda spinta, non poco, dall’ostilità manifesta di Washington. Un dittatore sanguinario e repressivo? Al pari, non di meno e non di più, di altri autocrati che hanno governato i paesi dell’America latina nel corso del novecento. Un rivoluzionario idealista? Un liberatore di popoli oppressi? In questo senso Fidel Castro viene sovrastato dalla figura di Che Guevara. Il calcolo politico ed il realismo, al netto della facciata propagandistica, è stata una costante delle azioni e delle strategie del leader cubano. Il potente nemico capitalista, la sindrome dell’invasione americana, lo stato permanente di emergenza nazionale, sono stati i semi su cui Castro ha potuto governare agevolmente sino… LEGGI

UFO News 2016
UFO

UFO e Militari, l’inchiesta di “Open Minds Tv”: X-Files e Video

UFO in volo, oltre gli avvistamenti OVNI e le news di stretta attualità. “Open Minds Tv” ha realizzato recentemente un incisivo reportage video sull’argomento, con documenti declassificati alla mano come base di partenza. Cosa emerge nei meandri di misteri reali o solo presunti intorno al controverso fenomeno UFO? Nell’inchiesta curata da Alejandro Rojas, in quota “Open Minds Tv”, emerge una verità indiscutibile. Per quanto le istituzioni militari ed aeronautiche americane, almeno ufficialmente, abbiano negato un interesse specifico sugli UFO Sightings negli ultimi decenni, una molte significativa di documenti e memorandum ha continuato ad essere raccolta e classificata. E’ solo la superficie appena visibile di una verità celata nei meandri del Top Secret? L’inchiesta di Open Minds Tv fa sponda su documenti desecretati, inerenti misteri in volo e avvistamenti UFO: dagli stessi non emerge nessuna rivelazione clamorosa per ciò che concerne la reale origine dei presunti oggetti volanti non identificati. Tuttavia, e non è la prima volta che ciò accade di fronte ad X-Files UFO, non si può fare a meno di notare una curiosa circostanza. I militari, negli Stati Uniti d’America, se da un lato non hanno mai riconosciuto pubblicamente il fenomeno UFO, dall’altro hanno investito risorse umane ed economiche per monitorarlo. Basta la segretezza della Guerra Fredda per giustificare un dispiegamento di mezzi ed un impegno simile? Di fronte ad un fenomeno ritenuto ufficialmente di “non interesse”? Documenti alla mano e con un Video illustrativo, dalla durata di circa 25 minuti, Alejandro Rojas prova a squarciare la luce dell’enigma. Il report presente sul portale ufficiale di “Open Minds Tv”, nello stesso vengono forniti i riferimenti ai documenti ufficiali più significativi e sulle fonti primarie dell’inchiesta giornalistica sul tema “UFO e Militari“. Il Video… LEGGI

Spazio

Russia, l’enigma del Segnale “ignoto”: retroscena di un mistero

Tra Mosca e Washington è guerra fredda anche per ciò che concerne i segnali “non convenzionali” captati presumibilmente nello Spazio. A tre settimane circa dal comunicato dell’Accademia delle Scienze, con relativa dose di prudenza, non si spengono le polemiche tra ricercatori indipendenti, appassionati di UFO e fautori dell’ipotesi extraterrestre. Cosa resta sul tavolo? I fatti nudi e crudi sono stati ampiamente riportati sui mass media internazionali.  In primis l’ottimismo dopo la scoperta dei ricercatori  in quota all’osservatorio di Zelenchukskaya. Resta sul tavolo anche l’irritazione del SETI, malcelata e che ha fatto scivolare la questione nell’ambito della politica internazionale. Infine il comunicato ufficiale dell’Accademia delle Scienze di Mosca, che seppur parzialmente ha spento gli entusiasmi non ha mancato di far rilevare come il segnale captato fosse perlomeno “insolito”. Soprattutto, elemento non secondario, nella nota ufficiale viene rimarcato come l’origine esatta del presunto segnale non sia stata individuata, lasciando aperte le porte a qualsiasi ipotesi. Il mistero principale tuttavia sarebbe ben altro: il segnale sarebbe stato captato nella tarda primavera del 2015, quali interessi e opportunità nell’annunciare la scoperta a distanza di un anno? Una dose di enigmi sufficienti a rendere la questione appetibile tra gli appassionati di UFO ed Alieni. Per approfondire: Alieni e UFO nello Spazio, oltre il mistero| Una Video News tratta dal canale ufficiale YouTube di GeoBeatsNews Mistero “extraterrestre”, contraddizioni da Mosca | Un report del “The Sun” in cui vengono raccontati alcuni dettagli dell’intricata vicenda. LEGGI

1 2 3 6
Go to Top