Informativa breve sui cookies

| UNA FOTOGRAFIA DELL'EPOCA CONTEMPORANEA MOSTRATA ATTRAVERSO LA VISUALE DI Attualità, SCIENZE, TECNOLOGIA E SOCIAL MEDIA: TRA INDISCREZIONI E RETROSCENA |

Search result

Filadelfo Scamporrino

5 result(s) found.

sundar pichai
Rubriche/Tecnologia

Oracle vs Google, la sentenza: verdetto in favore di Mountain View

Google usa Java per Android correttamente, Oracle esce sconfitta dalla battaglia legale. La giuria di San Francisco si esprimere in favore dell’azienda di Mountain View. di FILADELFO SCAMPORRINO* Google usa Java per Android correttamente al fine di sviluppare il suo sistema operativo. E’ questa, in estrema sintesi, la decisione che è stata presa a San Francisco  dalla giuria di una corte federale che ha dato ragione alla società dell’omonimo motore di ricerca, e torto alla Oracle che ha portato in tribunale Google chiedendo danni pari alla bellezza di 9 miliardi di dollari. La Oracle, che ha portato Google in tribunale citando violazioni ad alcuni brevetti legati a Java, appresa la sentenza ha già annunciato l’intenzione di fare ricorso contro la decisione presa dalla giuria di una corte federale di San Francisco. Per battere Oracle in tribunale, e per difendersi quindi dalle accuse, Google si è avvalsa anche della collaborazione di Eric Schimdt che, già amministratore delegato della società di Mountain View, in passato aveva lavorato pure in Sun Microsystems, azienda che ha sviluppato Java e che poi fu acquisita nel 2010 proprio dalla società di Larry Ellison. *Ingegnere Informatico Per approfondire: Uno speciale sul popolare portale web in lingua inglese “The Verge”. Un focus d’analisi sulla vicenda su “Businnes Insider Uk”. Un ampio reportage in Video tratto dal canale ufficiale YouTube di “Geek News Central”. LEGGI

google car
Attualità/Rubriche

Auto senza pilota, Google Car: patina adesiva per i pedoni

Auto senza pilota, Google proteggerà i pedoni con una patina adesiva? Si attiverebbe in caso di urto accidentale. di FILADELFO SCAMPORRINO* Quali sono le auto più sicure, quelle con o senza il pilota? Ebbene, di sicuro al riguardo gli ingegneri della Google Car hanno le idee chiare sul fatto che l’alta tecnologia sulle driverless cars possa essere più sicura rispetto alla guida con conducente, ma cosa accade se un’auto senza pilota non riesce a rilevare la presenza di un pedone? Cronache dal Web, i link lesivi: un ricorso di Google in Francia Ebbene, con un brevetto che è stato depositato il 17 maggio scorso negli Stati Uniti, in casa Google hanno pensato ad una patina di adesivo che si attiva al momento dell’urto di una macchina senza pilota con un pedone che, quindi, resterebbe letteralmente incollato al cofano. Domotica Low Cost, verso il futuro: la rivoluzione di Google Home In questo modo non si riduce l’impatto dell’urto diretto, ma si evitano gli effetti secondari, spesso letali, rappresentati dal corpo che viene sbalzato sull’asfalto o ancor peggio contro un altro veicolo. La patina adesiva pensata da Google non si attiva però mettendo semplicemente una mano sul cofano ma, così come accade nell’abitacolo per gli airbag, solo quando contro l’auto a scontrarsi è un oggetto di un certo peso. *Ingegnere Informatico Il video inglobato al testo è tratto dal canale tematico YouTube di “GeoBeatsNews”. LEGGI

giacca levis e google tecno
Rubriche/Tecnologia

Google-Levi’s, il giubbotto “intelligente” nella primavera 2017

Giubbotto intelligente Google-Levi’s, in uscita per la primavera 2017. Ancora non è stato annunciato ufficialmente il prezzo del prodotto. di FILADELFO SCAMPORRINO* La società Google e la major dell’abbigliamento Levi’s hanno stretto un’alleanza che è finalizzata a lanciare sul mercato il primo giubbotto smart. A rivelarlo nel corso del Google I/O è stata proprio la società americana dell’omonimo motore di ricerca che punta a mettere a punto ed a lanciare sul mercato il giubbotto connesso entro l’anno 2017. Il giubbotto intelligente Google-Levi’s, in particolare, permetterà di gestire anche in movimento le mappe, la musica ed ogni altra informazione utile attraverso l’accesso alla rete Internet. Al riguardo sarebbero già in corso i test sulla versione beta del capo di abbigliamento tecnologico la cui commercializzazione potrebbe così partire già dalla primavera del prossimo anno. Il giubbotto avveniristico, di cui ancora però non si conosce il prezzo, funzionerà con il ‘touch’ in quanto sarà realizzato con un tessuto conduttivo che è in grado di rilevare la posizione delle mani ed anche la pressione che viene applicata sulla stoffa. Per approfondire: Un video di presentazione presente sul canale ufficiale YouTube di Levi’s. *Ingegnere Informatico LEGGI

tecnologia ultime news
Rubriche/Tecnologia

Cronache dal Web, i link lesivi: un ricorso di Google in Francia

Google sui link lesivi, ricorso in Francia contro diritto all’oblio esteso in tutto il mondo. di FILADELFO SCAMPORRINO* Contro il diritto all’oblio esteso in tutto il mondo, e non solo all’Europa, la società Google ha presentato in Francia un ricorso in base al fatto che in questo modo, riguardo alla cancellazione di quei link che sono ritenuti lesivi, si andrebbero a violare le leggi di altri Paesi. Secondo la società dell’omonimo motore di ricerca, che ha presentato il ricorso al più alto organo giudiziario della Francia, il Consiglio di Stato, con l’estensione del diritto all’oblio in tutto il mondo lo scontro con le leggi degli altri Paesi si tramuterebbe in una ‘censura totalitaria’ in accordo con quanto riportato dal Wall Street Journal. Dopo il diritto all’oblio stabilito nel 2014 dalla Corte di giustizia dell’Europa, quella di Google con il ricorso presentato in Francia è la prima vera battaglia contro il rispetto di norme che hanno già portato il colosso americano ad essere multato nello scorso mese di marzo per 100 mila euro da parte delle autorità la protezione della privacy.Un’ammenda comunque risibile a confronto con un fatturato di oltre 74 miliardi di dollari che è stato conseguito da Google lo scorso anno. *Ingegnere Informatico LEGGI

Go to Top